Archive for the ‘olpc’ Category

Il terzo mondo è un affare: ci prova anche Intel

Nonostante fosse solo un progetto fino ad appena qualche mese fa, Intel ha già iniziato a ricevere ordini per il suo Classmate, il portatile economico pensato per fare concorrenza a OLPC.

La strategia Intel è completamente diversa da quella di Negroponte. Nonostante il Classmate possa mostrare diverse caratteristiche comuni all’XO di OLPC come l’apparenza a giocattolo, la robustezza e la leggerezza monta software proprietario di casa Redmond.

Inizialmente si credeva che diversamente dall’XO il prezzo di Classmate non potesse scendere sotto i 200$ e pertanto i due prodotti potessero inserirsi in segmenti di mercato diversi. Tuttavia l’aumento del prezzo dell’XO da 100 a 175 dollari e il lancio di Classmate a davvero poco più di 200 li rende prodotti concorrenziali. Decisamente Negroponte non l’ha presa bene, ha detto che Intel dovrebbe vergognarsi e ha avanzato il dubbio che Intel stia vendendo appositamente sottocosto il suo laptop proprio al fine di ostacolare la penetrazione di OLPC.

Proprio nel momento in cui il progetto prende piede, proprio nel momento in cui partono i progetti pilota in Brasile, in Nigeria e in Uruguay come un’ombra Intel segue i passi di Negroponte di paese in paese, di governo in governo proponendo Classmate.

Sarà che assieme a Bill Gates e tanti altri quando Negroponte nel 2005 illustrò il progetto Craig Barrett si mise a ridere dicendo “dovrebbero chiamarlo il gadget da 100 $, altro che portatile da 100$!”

Per saperne di più potete dare un’occhiata a questo servizio.

Annunci

OLPC diventa XO

olpc.pngUna settimana fa ho parlato di OLPC. Tre giorni fa esce un lungo articolo su riguardo ai recenti sviluppi. Viene confermato l’aumento iniziale a 175$, e tutti i dettagli tecnici del nuovo prototipo che si chiamerà XO.
In questa foto potete osservarne i dettagli.

Al momento l’Argentina, il Brasile, la Libia e la Nigeria hanno già promesso un ordine che ammonta in totale a 3 milioni di portatili. Solo la Libia ha già firmato l’accordo; ha accettato di fornire a ognuno dei suoi 1,2 milioni di studenti uno di questi computer.
Tra le notizie più interessanti compare:

“… Even though it is an education project, the prospect of a market for 100 million laptops is drawing the attention of major players who have not yet gotten on board. Intel and Microsoft originally laughed about the project, with Bill Gates even commenting, “get a real laptop.” But when Microsoft produced a revamped cell phone as its proposed alternative for countries that have ground to make up in the field of IT in schools and then recommended an ultra-mobile PC (UMPC), it was the critics of Microsoft who had the last laugh at the software vendor’s knee-jerk reaction. After all, the UMPC has a short run time, is the very embodiment of poor ergonomics, and costs 1000 euros. It cannot compete with the XO.

As the OLPC project increasingly proved to be a success, people began to take it more seriously. Bill Gates himself jumped on the bandwagon in December when he announced that he wanted to have Windows on the XO. Negroponte was quick to respond winking that the SD slot had only been installed for Microsoft to begin with; after all, Windows needs more than a gigabyte of memory, whereas the XO only has 512 MB. Windows on the XO was dead on arrival…”

” Anche se si tratta di un’organizzazione non a scopo di lucro, la prospettiva di un mercato di 100 milioni di portatili sta attirando l’attenzione delle compagnie che non sono ancora entrate nel progetto. Intel e Microsoft hanno inizialmente riso alla presentazione del progetto con il commento di Bill Gates “prendetevi un vero computer”. Ma quando Microsoft prima se ne è uscita con una sorta di cellulare rinnovato come alternativa per quei paesi che avevano intenzione di promuovere investimenti IT nelle scuole, e poi dopo proponendo un PC ultra-mobile, sono stati loro oggetto di critiche e risate. Dopo tutto, l’UMPC (Ultra-mobile PC) ha un’autonomia limitata, una scadente ergonimicità e costa 1000 euro. Non può competere con l’XO.

Mano a mano che il progetto OLPC sta dimostrarsi un successo, la gente inizia a prenderlo molto più seriamente. Bill Gates è saltato sul carro in decembre quando ha annunciato che voleva che Windows fosse installato nell’XO. Negroponte gli ha subito risposto che Windows poteva essere utilizzato solo all’inizio, la memoria disponibile ammonta appena a 512 MB mentre Windows ha bisogno di più di un giga. “

Leggi il seguito »

[fonte heise]

Evviva il portatile a manovella!

Laptop a manovella

Facciamo un passo indietro. Nel gennaio 2005 Nicholas Negroponte, persona di grande carisma, fondatore del Media Lab del M.I.T, sensibile al problema del digital divide, dopo aver avviato con successo tre scuole in Cambogia fornendole di connessione a banda larga assieme alla moglie decide di dar luce a una associazione ed a un progetto.

L’associazione è la OLPC ovvero One Laptop Per Child, un’organizzazione non-profit per sovraintendere al progetto. Il progetto è quello di costruire un computer da 100 dollari. Ma come è possibile vendere un computer, per di più un laptop a 100 dollari??

Continua a leggere