Giornata mondiale dell’orgoglio pedofilo

Tramite OKNotizie di Alice Anna Vercors riprende un post di Lorenzo Cairoli, come Anna non mi sento di aggiungere nulla:

 

Un mese fa, era il 19 febbraio, scrissi: ” Da un po’ di tempo a questa parte vanno di moda le giornate mondiali : due giorni fa quella del gatto, oggi della lentezza, venerdì era il turno di quella del risparmio energetico, e poi c’è quella del gioco, del libro e del diritto d’autore patrocinata dall’Unesco, il 16 ottobre quella del pane e il giorno dopo tocca alla giornata mondiale del rifiuto alla miseria, il 27 settembre si festeggia quella del turismo, l’otto marzo quella del rene, il 9 dicembre quella del bambino lavoratore, il 15 gennaio quella del migrante e del rifugiato e poi mille altre giornate mondiali: del donatore, del diabete, del malato, del volontariato, del vegetarianesimo, del ricordo della Shoah, della giornata senza tabacco, ma un dubbio mi assale… serviranno?”. Il dubbio mi è rimasto ma nel frattempo ho scoperto decine e decine di altre giornate mondiali: il 4 aprile è la giornata mondiale contro le mine, il 12 aprile dei cosmonauti, il 22 della Terra, il 3 maggio della libertà di stampa e il 23 giugno, indovinate cosa si festeggia?

La giornata mondiale dell’orgoglio pedofilo, il boyloveday international. Di questa giornata non si trova traccia su Wikipedia, ma da quando è stata istituita, come era giusto che fosse, ha scatenato in rete un gran pandemonio. Una delle prime associazioni a condannarla è stata la Prometeo di Massimiliano Frassi, autore qualche anno fa per Ferrari Editrice, di un libro nero della pedofilia Predatori di bambini . Di questo libro molte cose mi sono rimaste impresse ma più di ogni altra l’incontro tra Frassi e Shay Cullen, missionario irlandese, più volte candidato al Nobel per la Pace, che dal 1974 con la sua associazione Preda è in prima linea nella lotta contro la pedofilia. L’incontro avviene a Olongapo, Filippine. Quello che state per leggere è tratto dal libro di Frassi ‘Predatori di bambini’

Il missionario si chiama Shay Cullen…la bambina, invece, Rosario ( con la ‘o’ finale ), Rosario Bayont per l’esattezza. Le loro vite si incrociano in una camera d’ospedale. Rosario è stata ricoverata la sera prima con fortissimi dolori alla pancia. Ha dieci forse dodici anni e vive in condizioni inimmaginabili per la maggior parte dei suoi coetanei italiani. Malgrado questo le analisi non riscontrano alcuna grave malattia e gli evidenti segni segni di penetrazione vaginale e anale, sostengono i medici, non possono essere la causa di un dolore così continuativo nel tempo e non controllabile nemmeno con potenti sedativi. Il motivo verrà scoperto solo dopo una lunga e terribile agonia, durata una decina di giorni, quando con la morte di Rosario viene fatta l’obbligatoria autopsia di rito. E così, dal ventre della bimba ecco emergere la risposta ai quesiti dei medici per i suoi insopportabili dolori: il pezzo di un vibratore. Pezzo rottosi, durante la violenza a cui pare l’avesse obbligata un marine della locale base americana. Base che con l’impegno e la lotta civile e penale di padre Shay verrà fatta smantellare, qualche anno dopo, ottenendo contemporaneamente anche un drastico calo della prostituzione minorile ma anche un’impennata della voce ‘nemici’, all’interno del proprio registro di vita. Ancora oggi quando faccio a padre Shay il nome di Rosario noto un’ombra velargli lo sguardo. Come se le centinaia di bimbi salvati e riportati alla vita non bastino a compensare una perdita per la quale comunque non avrebbe potuto fare nulla. Tempo fa dichiarò in una intervista che ‘gli unici a non lamentarsi di lui e della sua associazione erano i vicini di casa’ alludendo al fatto di confinare con un cimitero. Quando glielo ricordo ride. E me lo riconferma, aggiungendo che se è ‘molto difficile lottare in Italia per l’infanzia abusata, figuriamoci in un paese come le Filippine’…. tornando invece direttamente agli abusi sui bimbi, mi ha shoccato vedere il filmato che lui stesso ha mostrato su quella che chiama la terapia primaria. In una stanza rettangolare, con bassa illuminazione, vengono fatte entrare una decina di bambine. La più ‘vecchia’ ha 11 anni. La più ‘giovane’ 5. Sono tutte baby-prostitute, salvate dai bordelli locali, sempre pieni di vogliosi clienti. Oggi è il loro primo giorno di vita nella comunità di padre Shay. Le bimbe si dividono. Alcune si tenevano la mano all’ingresso ed ora si dispongono a breve distanza l’una dall’altra, faccia al muro. Dopodiché incominciano ad urlare. Urlare. Urlareeeeeeeeeee. Con tutta la rabbia ed il dolore che hanno dentro. Urlano urlano urlano – fa che la smettano – urlano – no lasciale continuare – urlano gli abusi compiuti su di loro da bastardi per i quali non deve esistere la parola pietà. Urlano perché ad otto anni dormivano su un letto sporco di sperma e di urina, giocando con lattine di birra vuote, tra un cliente e l’altro ( per una media di una decina al giorno!) piuttosto che su comode lenzuola pulite, con la Barbie o i Pòkemon. Ed allora che urlino, cazzo, urlino più che possono. Mentre noi qui urliamo per loro. Amplificandone la denuncia. Il filmato dura solo pochi minuti. Ma è più che sufficiente. quando termina, è padre Shay a parlare: ” In Asia questa terapia è veramente all’avanguardia. Molto innovativa e per questo praticata, per ora, solo da noi. Le bimbe urlano contro la propria famiglia che le ha vendute. Contro la società che le ha abbandonate.Contro i mostri che le hanno abusate. Quando escono dalla stanza sono esauste, ma è il primo passo per farle stare meglio…

Annunci

43 comments so far

  1. kris on

    ciao, posso riportare questa storia sul mio blog kris1965? volevo pubblicare qualcosa contro questi delinquenti, cio’ che hai scritto e’ veramente forte, grazie se vorrai rispondermi.

  2. simone on

    è proprio scandaloso l’ignoranza non ha confini nell’articolo si parla della giornata per l’orgoglio pedofilo e l’autore riesce addirittura a sfruttarla per appogiare una sua crociata anticlericale… e non fa minimamente parola per esempio del partito dei pedofili in olanda.La pedofilia è una piaga diffusa a tutti i livelli ed è riprovevole che sia presente anche nella chiesa (come altrove) ma questo qualunquismo mi fa proprio schifo ormai siete comandati a bacchetta dai media che nascondono,travisano e reinterpretano non riuscite più a ragionare con il vostro cervello e relegate ai mezzi questo scomodo compito

  3. sughero on

    Simone, francamente faccio fatica a capire la tua posizione.
    Non riesco a capire di quale crociata anticlericale tu stia parlando.
    Io stesso ho pubblicato ALTRI post e ho fatto da eco al famoso video BBC che denunciava la copertura della chiesa, forse fai riferimento a quello?
    La chiesa è però una galassia ed è fatta di tante cose.
    E’ vero, esiste un partito di pedofili in Olanda ed è assolutamente scandaloso.
    Tornando però a questo articolo, leggendo l’attività di Padre Shay e i suoi casi mi sembrava meritassero la giusta attenzione o forse non sei d’accordo?
    Per queste povere ragazzine se non ci fosse padre Shay chi ci sarebbe?

  4. sughero on

    @ kris
    certo! Più voce si da a questa notizia meglio è!!
    Non sono io la fonte originale. Tutto il materiale su questo blog è liberamente copiabile e modificabile, gli unici vincoli sono due (gli stessi per molti altri blog):
    1. Citare la fonte
    2. Non farne uso commerciale
    La prossima volta non stare nemmeno a chiederlo:)

  5. Alessandro on

    Per quanto mi riguarda, introdurrei la pena di morte per il reato di pedofilia. Altrimenti sarebbe giusta una pena peggiore: reintroduzione delle torture fino alla morte, castrazione fisica e mutilazione degli arti. La giustizia in questo mondo non esiste, anzi.. non se ne è mai sentito parlare..
    Post bellissimo, passa da me.
    Ciao

  6. Paola on

    Sono una mamma di tre figli (24,22,15).Io personalmente l’unica cosa che non posso accettare come essere umano è la violenza (di tutti i tipi) verso chi non si può difendere, quindi verso i bambini. Ed è ugualmente inaccettabile tollerare un partito gay e addirittura la celebrazione dell'”orgoglio pedofilo”.
    Come possiamo accettare una cosa del genere? Sono d’accordo con Alessandro e , per quznto mi riguarda, io darei fuoco a tutta sta gente che sbandiera “diritti” dell’umanità e “libertà” che non stanno da nessuna parte solo per fare il porco comodo del c…o loro verso dei bambini di qualsiasi età che, a volte, non sanno nemmeno che la vità di un piccolo essere umano dovrebbe essere un’altra.
    Paola

  7. Paola on

    mi correggo per il partito gay, (ho sbagliato a scrivere, mi scuso molto): volevo scrivere pedofilo. Sono due cose ben distinte. Scusatemi ancora.
    Paola

  8. Ornella on

    Con un ragazzo conosciuto oggi in chat, che mi ha comunicato questa cosa, di cui ignoravo totalmente, stiamo organizzando una raccolta di firme, prima di tutto per sensibilizzare la gente, ma, soprattutto, per cercare di vietare questa cosa! E’ inammissibile, è uno schifo pensare di festeggiare un crimine tanto orrendo… e pensare che proprio oggi, pare sia arrivata una lettera anonima ad una rivista portoghese che comunica il luogo dove è seppellita la piccola Magdalene… Siete d’accordo anche voi alla stesura di questa mail? Grazie dell’attenzione arrecatami! Ornella

  9. sughero on

    Cara Ornella, dal numero di post sull’argomento avrai notato che sono senz’altro sensibile a questa tematica. Sono disponibile in primo luogo a partecipare a questa raccolta di firme e se vuoi anche a pubblicizzare la cosa. Puoi raccogliere le firme on line tramite questo sito; qualsiasi cosa tu faccia tienimi aggiornato.

  10. stefania on

    sono davvero schifata per non dire disgustata…esiste persino una giornata per sti bastardi???…ma qualcuno si degna di dire qualkosa al riguardo..??io mi chiedo perchè nn viene messa una pena di morte per tutti i pedofili…è una cosa oltre modo orribile privare dell’innocenza un bambino..è una delle cose di cui l’uomo si dovrebbe vergognare ci definiamo una specie dall’alta intelligenza e sminuiamo ogni altra forma di vita confronto a noi ..ma ora ditemi dove sta l’intelligenza in certi atti???…non ho davvero parole siamo arrivati persino ad avere una festa sulla pedofilia..questa cosa supera l’assurdo…

  11. Marco on

    Scusate però: jack lo Squartatore ne faceva di peggio, eppure non è che tutti i rapporti uomo/donna adulti vengono visti come quelli di Jack, o mi sbaglio?
    Ora, perché dobbiamo inveire tanto su tutta la categoria pedofila, allorché sono solo i più violenti che fanno cronaca. Se invece si accettasse socialmente una pedofilia gentile, romantica, fatta d’amore, che esiste e non fa male a nessuno, i pedofili violenti non avrebbero più pretesti; mentre oggi possono pensare: “Anche se faccio un po’ l’amore con la piccola mi mettono in galera, quindi tanto vale che mi ci diverto fino in fondo come mi pare”. Questo è sbagliato. Apriamo grandi le porte ad una concezione sana e rispettosa dell’individuo anche per la pedofilia, e non ce ne pentiremo. In ogni caso, cari amici, la pedofilia non morrà mai!! L’uomo ha già tentato di debellare l’omosessualità nel passato senza riuscirici ed alla fine si è dovuto arrendervisi dinnanzi. Succederà così anche con la pedofilia gentile, che vi piaccia o meno. Marco

    • Diana on

      tu sei un essere abbietto che dovrebbe sparire dalla faccia della terra!!!!!!! TU DISTRUGGI L’INFANZIA DELLE TUE VITTIME!!

  12. mattia on

    i pedofili sono persone disgustose e abbiette,dovrebbero vergognarsi solo di essere al mondo quando si guardano allo specchio,queste persone vanno punite con l’asportazione chirurgica dell’apparato riproduttore e ergastolo di modo che ogni volta che vanno in bagno si ricordino del male che hanno fatto e si vergognino.non riesco minimamente a capire come al mondo si possano permettere manifestazioni del genere.VERGOGNA

  13. Marco on

    Ci sono anche pedofili gentili che non fanno le cose dette in questo blog.
    E sono questi che legittimamente chiedono l’orgoglio pedofilo, non quelli che rompono i vibratori dentro la gola delle bambine. Il pensiero critico è fondato sul discernimento; mentre il pensiero acritico amalgama cose diverse. Qui amalgamate ingiustamente pedostupratori e peodofili, cioè chi li stupra con chi li ama, anche se eroticamente.

  14. Marco on

    Non sono d’accordo, esiste anche una pedofilia-amore in cui il ragazzino/a ama l’adulto, e ciò può avvenire anche dall’età di 8 anni, sappiate! Io invece dico che i pedofili dovrebbero emanciparsi come le donne, i gay e le trans. Viva la diversità, viva la diversità pedofilila!

  15. Stefano on

    ORGOGLIO DEL PEDOFILO??? MA SIETE SCEMI O LO FATE?!
    CONSENZIENTE UN BIMBO DI 8 ANNI?
    Ma se alcune persone non hanno una maturità, un senso civico di convicenza ecc. Molte persone solo dopo un matrimonio a qualsiasi età si rendono conto della loro IMMATURITA’ o magari che neanche si conosco bene loro stessi, eccetera e puntini….. E MI PARLATE DI BAMBINI CONSENZIENTI! MA DA CHE PIANETA PROVENITE. Io inizierò il giorno del “PEDOFILO SCAPPA CHE TI FACCIO MALE se ti becco”.
    Se si hanno delle deviazioni come è ovvio sia questa forse è bene CURARSI!!

    “Il buon senso è morto, e il buon gusto … pure”

  16. barbara on

    Marco,
    l’Amore per un bambino è concepibile solo se puro e rispettoso. Il bambino è un essere in crescita e quindi non pronto ai giochi sessuali che vivono nella mente degli adulti; il bambino non è in grado di capire, perchè non è ad armi pari. Non sdoganerei assolutamente la “diversità pedofila” anche se può essere vero che un bambino si può innammorare a otto anni e possa addirittura provare piacere nei giochi erotici. La questione è ben diversa dalla situazione dei gay e trans. La maturità di un adulto dovrebbe permettere all’adulto stesso di capire che non si trova davanti una persona con la stessa preparazione. Il bambino è sacro e va rispettato altrimenti pagherà per tutta la vita l’egoismo dell’adulto che ha voluto abusarne.
    Marco, ripensa bene a quello che affermi.

    • Marco on

      Tu Barbara dici: “il bambino non è in grado di capire, perchè non è ad armi pari.”, ma il sesso non è un combattimento, tantomeno l’amore. Stessa cosa per la pedofilia gentile: il pedofilo gentile non vuole mica conquistare il bambino come una terra da conquista, con le armi, al contrario vuole condividere con lui l’amore per il piacere sessuale che è già presente nei bambini, soprattutto a partire dagli 8-9 anni. La pedoiflia non è un incontro di pugilato!! Avete una visione deformata della cosa. Io dico che viva la pedofilia gentile finché è piacere condiviso da ambo le parti.

  17. luca on

    Te la darei io la diversità pedofila!!! con la calce viva pezzo di merda depravato che non sei altro, a te a tutti i tuoi amici.

  18. MONICA on

    Ciao , post molto , bello ti chiedo il permesso di copiare qualche passaggio , e publicarlo nel mio blog , mi hai fatto venire i brividi .Complimenti vivissimi.

  19. manuela on

    VERGONGATI MARCO!!!!!!!! pedofilia gentile??? ma di che cavoli parli??? ma sei fuori??? e come cavolo si fa a paragonare Gl omossessuali a sta gente???? sono persone grandi e vacinate che si amano e non fanno male a nessuno ma qui stiamo parlando di animali bastardi che toccani i bambini non esiste nessuna clemenza ne’ giustificazione…casomai unisco alla pena di morte gli omossessuali pedofili!!! tutti indistintamente…I BAMBINI NON SI TOCCANO!!!! CHE CAZ*O DI RAGIONAMENTI DI MERD* FAI…

  20. manuela on

    SUGHERO PER PIACERE FA’ QLC per sto’ marco perchè veramnte non ho parole…

  21. lisa on

    E cosa dicono i bimbi che i adulti si dovrebbero emancipare come pedofili? Ai bimbi piacciono bimbi, non vecchi come te.

  22. lisa on

    Voi pedofili vi trovo incapaci di avere un rapporto maturo con altri adulti, perciò state presso i bambino dove potete padroneggiare sia sul livello psicologico che fisico.

  23. virginia on

    Per Marco che vorrebbe istituire un orgoglio pedofilo: vorrei solo farti riflettere che un bambino, seppur intelligente e con molti strumenti,non è mai in una situazione di parità con l’adulto. Atti sessuali completi nuociono ai loro corpi, ma anche le attenzioni gentili creano scompensi nella loro crescita che evidentemente tu non puoi immaginare. chissà come può essere felice un bambino di un adulto che gli ansima addosso o che si eccita a guardarlo! devi tener conto che il loro sviluppo sentimentale e sessuale è diverso da quello dell’adulto, e se tu hai l’impressione invece i bambini (che molto probabilmente molesti in modo gentile) possano gradire ti sbagli di grosso: semplicemente non capiscono e capiranno dopo anni. Non scambiamo i bambini per piccoli adulti solo perchè parlano e fanno cose simili alle nostre! ci emulano ma non dovrebbero farlo! e poi tu non hai diritto di decidere delle loro vite. Ti prego di ensarci bene a queste cose. gay e trans fanno sesso con gente adulta e consenziente! un bambino non puoi certo sapere tu cosa pensa nell’animo. Ti consiglierei di buttare i tuoi istinti gentili su qualche capretta…viva la diversità, NO?

  24. River on

    non diciamo sciocchezze un bambino a otto anni non sa cosa sia l’amore! la pedofilia è perversione pura, sono malati e non si sanno rapportare con la gente adulta. perchè hanno rapporti con i bambini?? è semplicemente disgustoso altro che orgoglio!!!

  25. Life Addict on

    Per Marco che ha scritto il 9 aprile…la tua ignoranza è pari solo all’idiozia e all’insensatezza delle tue idee malate e volgari.
    Il tuo abominevole e subdolo torpiloquio di parole non merita altro che un atteggiamento di forte condanna e un grido dall’allarme.
    Mi fai schifo perchè non sei un uomo, ma un viscido e schifoso malato che difende il proprio branco, fatto di esseri orrendi che violentano e abusano di minori.
    Non sono sicuramente il solo ad aver capito il tuo insulso e pericoloso giochetto a difesa della categoria.
    Non meriti di scrivere o di parlare. Dovresti provare vergogna per quanto vai blaterando.
    Vorrei tanto poterti incontrare per spiegarti di persona cosa dovrebbe succedere alle bestie come te.

  26. Tony '89 on

    Piu’ che accendere candele per il giorno della pedofilia io accenderei un pedofilo….la benzina la porto io….pezzi di merda…vergognatevi!!!!!!! Non si ha rispetto nemmeno per lo sguardo innocente di un bimbo.

  27. Francesco on

    Marco, ma mi fai il piacere??? Un bambino che ama un’adulto??? Ti sembra una cosa naturale??? O è una devianza psicologica??? Non ho mai sentito una cosa più supida…sai cosa ci distingua dagli animali??? le dimensioni del nostro cervello l’ampliamento dello spettro sensoriale la capacità di calcolo e di fare ragionamenti molto più complessi…
    Hai mai visto due animali dello stesso accoppiarsi?? Un animale adulto accoppiarsi con un cucciolo?? sta tutto nel cervello…è una forma di psicosi abominevole e disgustosa…se vuoi bene a un bimbo lo coccoli,non gli fai mancare niente,lo fai crescere sano,lo supporti psicologicamente quando sta male…NON CI FAI L’AMORE!!!

    • Stefano on

      Sono contro la pedofolia di qualsiasi forma, gentile o meno, perchè sicuramente il bambino è vittima attuale e futura delle situazioni anche solo erotiche a cui partecipa. Un bambino non ha i mezzi psicologici per difendersi o per capire cosa succede ne tantomeno il vocabolario per comunicarlo all’esterno.. e purtroppo spesso si sente colpevole e non cerca neanche aiuto.
      Quel che è peggio è che insegnamo ai nostri figli a non fidarsi degli sconosciuti, ma la maggior parte delle volte sono circuiti proprio da persone conosciute.
      In risposta a Francesco del 28/5, non prenderei gli animali o la natura come riferimento perchè volendola umanizzare dovremmo dire che la natura è crudele, cinica, o semplicemente animale.
      Peraltro parli di rapporti omo non esistenti in natura, ma ti basta andare al parco e vedere 2 cani per cambiare idea.. ma questo non vuol dire niente per quanto concerne l’uomo. Siamo uomini sociali perchè controlliamo i nostri istinti, e questo ha uno scopo evolutivo: nella ricerca della cooperazione e dello sviluppo del gruppo.
      C’è chi sostiene che la nostra specie sia prevalsa sulle altre (ominidi) proprio per la capacità sociale di associarsi in gruppi numerosi (oltre che al saper controllare il movimento fine).
      Il sapersi controllare è funzionale e necessario alla vita di gruppo e penso che i comandamenti religiosi(non parlo solo di cristianesimo) ne sono stato un primo esempio: i comandamenti sono regole igieniche, sanitarie e soprattutto sociali.

  28. Alessandro on

    Forse “MARCO” non ti e’ ben chiara la situazione!!! Gay e trans non uccidono nessuno e non si nascondono nella rete vergognosa di siti pedopornografici. I pedofili sono un male per chiunque abbia un figlio e per i bambini stessi. Cio’ che fa piu’ paura e’ che con queste giornate proclamate “orgoglio” una percentuale consistente di questi pedofili si sentirebbe legittimata a compiere violenze inaudite in nome dell’amore per i bambini. E’ una vergogna il solo fatto che tentino di emergere cercando di camuffarsi da amorevoli e innocenti amanti del universo infantile. Basti guardare gli innumerevoli voli per la thailandia colmi di innocenti pedofili che vanno ad abusare di bambini di ogni eta’, sfruttando le gravi condizioni sociali delle loro famiglie costrette a vendere i propri figli. CHE MUOIANO NON BASTA!

  29. gian marco on

    Marco il tuo intervento mi irrita…spero e ti auguro che vuoi solo scherzare oppure vuoi veramente perorare una causa che ha messo in pasto a miliardi di bestie infami bambini che hanno i tuoi stessi diritti???? io ti auguro di vivere una vita felice come lo è la mia, ma pensa solo se avessi vissuto quello che hanno passato quei bambini…. mi fai schifo lo devo ammettere la tua diversità la lascio a te io voglio i pedofili di ogni genere in carcere e lottero ogni giorno della mia vita perchè queste barbarie non avvengono… appoggio completamente qualsiasi iniziativa…
    marco ripensaci…

  30. Sabrina on

    La diversità pedofila? C’è un solo tipo di amore che può rendere felice un bambino, e non può riceverlo assolutamente da un pedofilo. Ma cosa scrivi? I pedofili gentili? O mio Dio… non ho parole per lo schifo che sto provando in questo momento Marco.

  31. Paolo on

    Carissimo Marco, credo e spero tu sia quello che viene chiamato in gerco web… un “troll”… dicasi quindi una persona, solitamente infrasedicenne brufoloso ed onanista (o spesso piu’ semplicemente solo onanista), che si diverte a creare scompiglio su Forum, community et similia con affermazioni-shock che creano clamore tra gli utenti.
    Qualora così non fosse pero’, ti auguro tutto il male di questo mondo, che potrà accaderti tutto assieme in unica soluzione se un giorno, affermando siffatte ed immani stronzate, incrocerai malauguratamente la mia strada.

    Un caro saluto
    Paolo

  32. alessia on

    ciao…ho pubblicato il tuo articolo su una nota sulla mia pagina di facebook…e ho notato che gli amici iniziano a condividerla…spero non ti dispiaccia…non ho nemmeno pensato di chiedertelo prima!!!

    Ho ancora la pelle d’oca……

    vorrei rispondere a Marco: senti ma….hai letto bene quello che hai scritto? hai una mezza idea del trauma che un bambino ha dopo essere stato anche solo toccato? Dovresti vergognarti…altro che amore….

    VERGOGNA!

  33. Alessia on

    Ho già provato a mettere un commento, ma a quanto pare non è stato salvato.

    Volevo in particolare rispondere a Marco, che sostiene che una “pedofilia gentile” possa essere un’innocua forma d’amore…ma parli seriamente d’amore? tu, che con le tue voglie togli tutta l’innocenza alla (come la chiami tu)piccola?…normalmente un bambino non sa nemmeno cosa sia il sesso…figuriamoci se può sapere cosa voglia dire fare l’amore…è una cosa che imparerebbe crescendo, confrontandosi con i compagni, facendo le sue esperienze…e invece gliela insegnate voi…a modo vostro…privandolo della parte più bella della vita…

    Ah…e poi…se fossi in te…starei molto attento a paragonare i pedofili agli omosessuali…anche loro sai sono schifati da voi? e sono convinta che chi legge ciò che hai scritto, specialmente se omosessuale, si senta molto offeso da un paragone del genere!

    Accetta il fatto di avere un problema…e fatti curare!

  34. simone on

    caro marco
    MA TI RENDI CONTO DI QUELLO KE DICI?
    raccontalo ai genitori dei bambini ke hanno subito abusi da questi come li chiami tu “pedofili gentili”…il pedofilo è solamente una CAROGNA MALATA, una delle più gravi e disgustose realtà ,purtroppo, della società.
    VERGOGNA a tutti quelli che cercano di giustificare un comportamento così reprorevole.
    Sono ottuso? No, son solamente un ragazzo i 22 anni che prova profono disprezzo nei confronti di questi viscidi.

  35. galadriel on

    La pedofilia e’ il piu’ grande crimine dell’umanita’, il pensiero che adulti approfittino di bambini, li possano circuire,conquistare con dei regali e ledere la loro innocenza e’ una cosa abominevole, non ci sono parole.Se solo qualcuno toccasse uno dei miei 3 figli sarei capace di ucciderlo con le mie mani o dargli fuoco da vivo.SONO FAVOREVOLE PER IL RIPRISTINO DELLA PENA DI MORTE.Ma il peggio e’ che ci meravigliamo tanto per gli orrori dell’olocausto, meno per quelli della ex jugoslavia.Cio’ mi fa pensare che di certe mostruosita’ legalizzate,faccaino parte grossi personaggi inviolabili, siano essi politicanti o addirittura della stessa chiesa.MEDITATE GENTE MEDITATE UNIAMOCI INSIEME PER LOTTARE CONTRO TALI MOSTRI.

  36. Rocco on

    VOI DOVETE SOLAMENTE PREGARE DI NON INCONTRARMI PERCHE’ IO GIURO KE SE VEDO IN FACCIA ANKE X STRADA UN PEDOFILO DI MERDA..IO PRENDO E LO PESTO A SANGUE FINO A UCCIDERLO!!!
    IO SE DEVO ANDARE IN GALERA, ANZI IN ESILIO!!
    CI VADO MOLTO VOLENTIERI PER UNO STERMINIO DI QUESTI FIGLI DI PUTTANA KE VANNO IN GIRO A VIOLANTARE I VOSTRI FIGLI
    IO ESSENDO ITALIANO PRETENDO LA PENA DI MORTE PER QUESTI POVERI ACARI DELLA SOCIETA’!!
    Firmato Zecchin Rocco!!

  37. tmtm on

    Questo blog non mi è piaciuto per niente. Non è un problema di poco conto quello della pedofilia, e sono certo che se una cosa del genere capitasse a mio fratello non avrei la stessa lucidità che ho adesso che il problema non mi ha mai colpito da vicino. Non è un problema di poco conto , ma è molto facile e banale pubblicare queste pagine dove si prende un argomento così delicato, lo si riempie di frasi e parole melodrammatiche che toccano il cuore di tutti e si pensa di condurre la lotta giusta. Non è così. Evitando di considerare la questione “giornata pro pedofilia” e chiunque la sostenga per il solo fatto che mi sembra ridicolo anche il solo parlarne, vorrei dire una cosa per tutti quelli che – posseduti da un sacro fuoco di sant’antonio – hanno cominciato a fare i paladini dei bambini stuprati, minacciando di morte e chiedendo la pena capitale.
    La pedofilia è qualcosa di infinitamente drammatico, triste e che fa rabbia, è una realtà orribile e non ci sono termini per identificarla altrimenti. Ma c’è un problema di fondo: il pedofilo è UNA PERSONA MALATA. MALATO vuol dire che FA COSE SBAGLIATE, SA CHE SONO SBAGLIATE MA NON RIESCE A FERMARSI.
    Immaginate di avere vostra madre o vostro padre ammalati di schizofrenia, che fanno del male a voi o magari a un bambino che incontrano per strada così, tanto per… contro la loro volontà e solo perchè il cervello non funziona come dovrebbe. La prima reazione dei genitori di quel bambino sarebbe di prendere vostra madre o vostro padre e trapassarli con una lancia incandescente? Si. E’ un istinto naturale e sacrosanto? Assolutamente si. E’ giusto? No. Perchè sono persone malate. Quindi io non dico che debbano avere privilegi perchè sono malati, ma essere rinchiusi in centri opportuni dove passare pure tutta la vita, ma con il supporto di psichiatri che hanno scelto questa professione per problemi proprio come questo. Non è tutto bianco e nero, ed è molto facile fare i paladini della giustizia e sparare: A MORTE , AL ROGO etc etc. Ripeto (casomai non si fosse capito) questo NON E’ un sostegno a NIENTE, ma solo un modo per far capire che se io SANO DI MENTE mi distinguo dal PEDOFILO, DALL’ASSASSINO, DAL MALATO MENTALE, è perchè so capire quello che faccio, e so che quello che faccio ha una conseguenza.

  38. tmtmtm on

    noto che i commenti costruttivi vengono rimossi. complimenti al gestore del blog. 😉 è così che si aiuta la democrazia. 🙂 tante belle cose.

    • sughero on

      non ho rimosso proprio nessun commento! Guardando le date dei post, dei commenti forse sarebbe saggio chiedersi se il blog viene aggiornato di rado piuttosto che trarre improbabili conclusioni censorie


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: