Le reazioni alle dichiarazioni di Ballmer sui brevetti Microsoft: Novell, Moglen e Torvalds

Le recenti dichiarazioni di Microsoft sul numero dei brevetti infranti da GNU/Linux hanno sollevato un polverone con Novell nel mezzo.

A detta di Microsoft, i clienti Novell sono gli unici ad esser tutelati dalla violazione di tali brevetti visto l’accordo con questa azienda.

Novell, già dal tempo oggetto di feroci critiche dal mondo opensource, alle prime dichiarazioni di Ballmer dello scorso novembre si difese con questa lettera aperta.

La parte saliente, a mio avviso è la seguente:

“Since our announcement, some parties have spoken about this patent agreement in a damaging way, and with a perspective that we do not share. We strongly challenge those statements here.

We disagree with the recent statements made by Microsoft on the topic of Linux and patents. Importantly, our agreement with Microsoft is in no way an acknowledgment that Linux infringes upon any Microsoft intellectual property. When we entered the patent cooperation agreement with Microsoft, Novell did not agree or admit that Linux or any other Novell offering violates Microsoft patents.”

 “Dal momento che abbiamo annunciato l’accordo con Microsoft da più parti si sono alzati sospetti che questo accordo sui brevetti potesse essere dannoso; con una prospettiva che non condividiamo. Ribadiamo fortemente il seguente concetto:

Siamo in pieno disaccordo con le recenti affermazioni fatte da esponenti di Microsoft sul tema Linux e i brevetti. Precisiamo che il nostro accordo con Microsoft in nessun modo consiste in una ammissione che Linux infranga alcuna proprietà intellettuale appartente a Microsoft. Quando abbiamo firmato la collaborazione sui brevetti con Microsoft, non abbiamo mai ammesso che Linux o nessun altro prodotto Novell violasse i brevetti Microsoft.”

Io, diversamente da pollycoke non sono mai stato contrario a tale accordo, anzi!

La settimana scorsa, al summit di RedHat a San Diego, Eben Moglen  ha detto che è più facile minacciare di prendere provvedimenti legali piuttosto che portare in tribunale dal momento che quando inizia una causa devi specificare quali sono i brevetti violati e dimostrare che i brevetti sono buoni.

In pieno accordo con Moglen (strano, litigano sempre!) la reazione di Linus Torvalds che invece è di oggi. Alla domanda “Che ne dici, tu che sei il padre del kernel Linux, dei 42 brevetti violati a cui fa riferimento Ballmer?” ha risposto:

“Can you get a list of which ones? Before that, it’s just FUD, and there’s not a whole lot I can say or do. Is there prior art? Are they trivial and obvious to one skilled in the art? Would we need to work around them? We don’t know, because all I’ve heard so far is just FUD.

If MS actually _wanted_ us to not infringe their patents, they’d tell us. Since they don’t, that must mean that they actually prefer the FUD.”

“Si riesce ad avere una lista? Prima di vederla è FUD e non c’è molto che possa dire o fare. C’è un ingegno da tutelare? Hanno esplicitamente detto a cosa si riferiscono? Dobbiamo lavorarci attorno? Non lo sappiamo, perché tutto quello che ho sentito finora è solo FUD.

Se MS avesse _davvero_ voluto che non infrangessimo i suoi brevetti ce l’avrebbe detto. Dal momento che non l’hanno fatto significa che preferiscono fare del FUD”

Annunci

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: